sabato 7 gennaio 2012

Il Giorno del Signore : BATTESIMO DEL SIGNORE

8 gennaio 2012

BATTESIMO DEL SIGNORE / B

Liturgia della Parola: Is 55,1-11; Cant. Is 12,2.4-5; lGv 5,1-9; Mc 1,7-11



E VENNE UNA VOCE DAL CIELO:
«TU SEI IL FIGLIO MIO, L'AMATO»

«Ed ecco, in quei giorni, Gesù, venne da Nazaret di Galilea e fu battezzato nel Giordano da Giovanni».IL Vangelo di Marco ci ricorda il Battesimo di Gesù nelle acque del Giordano. L'acqua scorre sul capo del Cristo. Con quel gesto di umiltà Gesù prende su di sé la fragilità della condizione umana condividendo con noi tutto eccetto il peccato. E inizia la sua vita pubblica con quel gesto penitenziale.

La missione di salvezza del Servo sofferente comincia con l'obbedienza incondizionata al Padre. Prende su di sé i nostri peccati e li espia. Il Battesimo preannuncia così la Pasqua e il "sì" pronunciato nella Passione.

Anche l'apostolo Giovanni (II Lettura) menziona l'acqua che insieme con il sangue hanno caratterizzato la venuta di Cristo. Questi due elementi uniti alla voce dello Spirito Santo testimoniano che Gesù è davvero il Figlio di Dio, il Messia atteso.

L'acqua ricorre anche nella Prima lettura tratta dal profeta Isaia: il Signore invita tutti gli assetati a dissetarsi all'acqua che sgorga dal costato di Cristo. Chiunque voglia ottenere la salvezza dovrà ricorrere a lui che ha indetto un tempo di grazia per i peccatori. Attingiamo all'acqua che purifica finché ne abbiamo la possibilità.

Nicola Gori

Nessun commento: